IMPORTANTE


Abbiamo alcuni probemi sulla nostra LINEA TELEFONICA FISSA (0536-71509).

PER CONTATTARCI CHIAMATE IL NUMERO 3887412473

banner libri

cinque per mille

Miraggio Invernale

Stefano Nesti e Marco Mason il 07/02/05

 

miraggio invernale miraggio invernale

(probabilmente già salito nella versione classica con uscita a destra)

Difficoltà: Ghiaccio II / 5
Sviluppo: 45m

Località: Lago Santo al Monte Giovo, Appennino Tosco emiliano.

Accesso: dal rifugio Vittoria, raggiungibile con l’auto, le cascate sono già visibili in fondo al lago sulla sinistra. Per raggiungerle costeggiare il lago sulla destra fin sotto le colate. Evitare, anche se ghiacciato, di attraversare il lago direttamente.
Raggiunta la prima colata, risalire il piccolo canyon sulla sinistra.Tempo 30 minuti.

Materiale: 2corde da 60m,normale dotazione alpinistica, interamente proteggibile con viti da ghiaccio

Relazione: Un primo passaggio delicato, immette sullo scivolo di ghiaccio a 70° / 80° di circa 20m, fino alla base della colonna di ghiaccio sotto le grandi stalattiti.
Da qui si può uscire comodamente sulle facili rampe di destra, oppure come nel nostro caso, affrontare direttamente il pilastro di ghiaccio fino al suo termine sotto un tettino di roccia. Delicatamente agganciare la stalattite sospesa sulla destra, e su di questa raggiungere il provvidenziale albero che sporge dal bordo, quindi con acrobatico passaggio di wood tooling uscire nel bosco.

Discesa: con una comoda doppia da 50m da uno degli alberi sommitali sommatale.tenersi sulla destra per evitare di incastrare le corde.

Considerazioni generali: L’itinerario è un vero miraggio, in quanto cascate di questo tipo difficilmente si formano in Appennino, e l’uscita sospesa nel vuoto con aggancio all’albero è un vero passaggio acrobatico, che rende questa cascata veramente divertente e singolare.
Le difficoltà della colonna, calano decisamente dopo i primi passaggi.
L’intera colata è ottimamente proteggibile con viti su un ghiaccio eccellente, per lo meno nel giorno della nostra salita.
Si raccomanda di salire questo itinerario solo con ottime condizioni di ghiaccio, la stalattite finale è molto delicata.

Rifugio Vittoria

Facebook

Affacciato al Lago Santo